Ripartire da zero. Se vuoi puoi

Capita a tutti, per motivi diversi, in momenti diversi, di dover ripartire da zero. Capita nel lavoro e nella vita privata prima o poi. Io , dopo anni di lavoro nella moda, per una serie di motivi, primo dei quali la crisi più pesante della storia , mi sono ritrovata a dover ricominciare, a dovermi mettere in discussione , a dovermi reinventare. Mi sono resa conto che , durante questi ultimi anni di recessione , non era cambiato solo il mondo, il modo di lavorare, di farsi pagare per il proprio lavoro, ma ero cambiata profondamente anche io. Erano cambiate le mie priorità’, i miei obiettivi , la mia vita privata e anche il mio corpo. È’ vero che dietro ogni fallimento si nasconde una grande opportunità, se solo impari a coglierla. Sono caduta e mi sono rialzata leccandomi le ferite, ho pianto per il bruciore delle mie ferite , ho pianto pensando che non ci sarebbe stata una seconda possibilità per riavere la vita splendida di sempre. Avevo due chances : continuare a lamentarmi per il dolore o fare uno sforzo così grande e faticoso da anastetizzare il dolore stesso. Ho scelto la seconda possibilità. Ho iniziato ad analizzare i motivi del mio fallimento, cosa per niente facile. Ho scavato così a fondo da arrivare ad odiarmi per gli innumerevoli errori che, per presunzione, pressapochismo e pigrizia , avevo commesso. Non era solo colpa della crisi , gran parte delle cause le avevo create io. La fase successiva, per evitare di cadere in una profonda depressione, è stata perdonarmi. Non si costruisce nulla flagellandosi, il passato , in quanto tale, non torna più , per fortuna. Ho iniziato a leggere  tutto quello che riguarda le nuove tecnologie, i nuovi media. Ho abbracciato la pratica buddista, ho ripreso a correre, mi sono messa a dieta e ho eliminato le cattive abitudini che per anni mi avevano accompagnata. Inutile dirvi che grandi benefici ho avuto: mente lucida, cuore pieno di gioia, fisico scattante. Ero pronta, finalmente, per reinventare Nadia. Una delle cose più interessanti che ho letto in questi ultimi tempi e’ stato il libro di Roberto Cere’ “Se vuoi  puoi” . Il Dott. Cere’ è un allenatore mentale che da anni si occupa di motivare e indirizzare verso strategie efficaci e vincenti grandi imprenditori, team aziendali come quelli di Scuderia Ferrari, Benetton , Mattel e molti altri. Quindi, ho dedotto,che  non è sicuramente un cialtrone. Il libro ” Se vuoi puoi” dopo 5 anni è ancora un Best seller nel suo genere, Roberto Cere’ continua a creare percorsi di coaching in tutta Europa, e corsi collettivi. Leggere questo libro mi ha illuminata, aiutandomi a sradicare abitudini sbagliate e a focalizzarmi su quello che , da sempre, era il mio sogno : scrivere. Ho così , grazie alle dritte di Cere’, creato il mio magazine on line, il mio nuovo progetto per ripartire da zero. Ho iniziato a scrivere di quello che mi piace , nella moda, nell’ arte, nel design e nel benessere. Ho messo in pratica le competenze che in 25 anni di lavoro ho acquisito. Spesso non siamo capaci di riconoscere il valore che abbiamo, Roberto Cere’ mi ha aiutata a riscoprirlo. Sono di ritorno da tre giorni di coaching di massa ( eravamo 2519 ). Titolo del corso : “Riparto da zero”. In tre giorni Cere’ ci ha insegnato come lanciare un’attività, un prodotto ,  utilizzando le nuove tecnologie e i Social network , in totale autonomia. Ma non si è limitato a questo. Ha creato valore, entusiasmo, autostima in ognuno di noi. Ora sono sul treno che mi riporterà da dove voglio ripartire e dove inizierò a condividere, con chi lo vorrà , tutto quello che ho imparato utilizzando però le mie competenze. Mi auguro di avere molti di voi accanto e vi garantisco che sarà un viaggio meraviglioso.

Enjoy!

Brano consigliato durante la lettura : ” I believe I can fly”. R Kelly

Corso "Riparto da zero" . Rimini

Corso “Riparto da zero” . Rimini

11021281_10153097725388769_6165263281250013924_n

Nadia in pausa "Riparto da zero"

Nadia in pausa “Riparto da zero”

Immagini courtesy Roberto Cerè e Nadia Giani. tutti i diritti sono riservati.

 

 

 

 

 

 

Share this article now!

You May Also Like