Aneurisma cerebrale. Gala benefico per la ricerca

L’aneurisma cerebrale è una di quelle patologie che, fino a quando non ci tocca da vicino, tendiamo a non considerare. Eppure i casi in Italia sono in aumento, probabilmente scatenati da uno stile di vita poco corretto. Infatti, fra le cause di rischio maggiori troviamo : eccesso di fumo e alcool, ipertentensione, diminuzione del livello di estrogeni dopo la meno pausa, ereditarietà etc. Cos’è’l aneurisma? L’aneurisma cerebrale è un rigonfiamento di un vaso sanguigno del cervello, nella maggior parte dei casi assomiglia a una specie di bacca che cresce a partenza dal vaso-una sorta di bolla. L’aneurisma può rompersi, causando un’emorragia (ictus emorragico); nella maggior parte dei casi l’aneurisma si sviluppa e si rompe nello spazio tra il cervello e le membrane che lo avvolgono. La rottura di un aneurisma è una situazione molto rischiosa che richiede un immediato intervento medico. Non sono purtroppo note le cause che determinano la rottura degli aneurismi cerebrali. Si conoscono alcuni fattori che si associano ad un aumentato rischio di rottura (localizzazione dell’aneurisma, dimensioni, forma, familiarità, età del paziente, sesso, fumo, abuso di alcol, ipertensione arteriosa non controllata. Esistono inoltre evidenze che anche i fattori genetici possano avere un ruolo. La maggior parte degli aneurismi, tuttavia, non si rompe e non crea problemi né sintomi. Gli aneurismi di questo tipo spesso vengono definiti “non rotti” e sono in genere scoperti durante esami radiologici effettuati per altri disturbi. I pazienti con aneurismi non rotti possono essere sottoposti ad intervento per chiudere l’aneurisma, quando si ritiene che ci sia un rischio elevato di rottura. Al momento non è possibile però prevedere con certezza, in un paziente con aneurisma non rotto, il proprio rischio di rottura e quindi basarsi su tale rischio per le decisioni su un eventuale intervento di chiusura dell’aneurisma. Per questo motivo è davvero importante sostenere la ricerca e Laura Sordo, titolare della società di comunicazione Blue Pr, per il secondo anno consecutivo, organizza un Gala benefico per raccogliere fondi destinati al Team di ricerca dell’ Istituto Besta di Milano guidato dal Dott. Paolo Ferroli. Lo scorso anno l’evento ha permesso di donare 40mila €, quest’anno l’organizzatrice è determinata a migliorare il risultato potendo contare su un parterre di ospiti Vip che si sono uniti a lei per dare il loro supporto a una serata speciale. Molti gli sponsor che hanno dato il loro contributo per la lotteria che si svolgerà durante il corso della cena al Just Cavalli di Milano. Invitati come Filippo Inzaghi, Barbara D’urso, Yari Gagliucci, Andrea Pucci, Massimo e Paola Ambrosini, Andrea Pellizari e molti altri, daranno il loro contributo ad “Aneurisk. Un mal di testa per vivere”, se anche voi desiderate dare il vostro partecipando a una serata indimenticabile, non dovete far altro che prenotare il vostro tavolo e godervi una bellissima festa che partirà con l’aperitivo, proseguirà con la cena e terminerà con una ricca lotteria. Cosa aspettate? La festa toglie il mal di testa.

29 Ottobre 2015 Just Cavalli Café

Viale Luigi Camoens c/o Torre Branca Milano
Dalle ore 19.30 alle ore 23.30 circa

partecipazione 80€

info e prenotazioni : Blue Pr   press2@bluepr.net    02.87235888

 

Brano consigliato durante la lettura : “All night long” Lionel Ritchie

 

INVITO Un mal di testa per Vivere 29Ottobre2015- Seconda edizione

Share this article now!

You May Also Like