Met Gala 2016, Claire brilla al buio grazie a Dreamlux

Quest anno il gala inaugurale  al MET ha visto come protagonista indiscussa Claire  Danes e il suo abito Zac Posen confezionato dallo stilisti utilizzado il filato inventato e brevettato da Dreamlux che si illumina al buio. Un materiale che si presta a molteplici interpretazioni e che si è introdotto in modo spontaneo nell’ambiente della moda, dell’arredo e delle installazioni e che in tutti questi ambiti crea atmosfere suggestive e piene di fascino.

“Manus x Machina, fashion in an age of technology” è il tema della 45esima opening organizzata lunedì 2 maggio da Anna Wintour al Costume Institute del Metropolitan Museum di New York, sostenuto anche da Apple. Moda e nuove tecnologie, un tema che sposa totalmente la filosofia di DREAMLUX, marchio italiano ideatore e produttore di un tessuto luminoso che in pochi anni si è imposto nell’ambito del Design e dell’Alta Moda. 

Claire era bellissima nel suo abito leggero luminoso ed elegante come lei. lo vogliooooo

info: Dreamlux

  Corso Genova 23 MILANO

  info@dreamlux.it

  www.dreamlux.it/milan

  +39 0371 239929

Brano consigliato durante la lettura: “Young Heart run free” Kym Mazelle

Claire Danes al suo arrivo al gala

Claire Danes al suo arrivo al gala

l'abito come si presenta alla luce

l’abito come si presenta alla luce

l'abito e il suo meraviglioso effetto luminoso al buio

l’abito e il suo meraviglioso effetto luminoso al buio

immagini courtesy Dreamlux. Tutti i diritti sono riservati

 

Pin-Up Stars. Apre il pop up store a Milano

Sono anni che compro i costumi da bagno Pin-Up Stars, e li continuo ad indossare ancora oggi, sono rimasti perfetti sia come design che in termini di qualità. Li ho trattati con la cura che deve essere riservata ai capi pregiati e loro non mi hanno tradita, sono ancora come nuovi. Ma il notizione è che finalmente Milano ha uno store Pin-Up Stars, in Corso Venezia 2 a pochi passi da Piazza San Babila. 1000 metri quadrati dedicati al beachwear e non solo. All’interno sono presenti la linea Poisson d’Amour disegnata da Chiara Biasi, i capi in pelle del texano James Goldstein, le tennis colorate e leggere del brand francese Bensimon, le borse indossate in molte occasioni da Olivia Palermo del brand Mayrafedane e, per finire, una meravigliosa collezione children disegnata Mischka Aoki. Read More…

Il nuovo vocabario della moda italiana in Triennale

Una mostra unica nel suo genere, dedicata a Elio Fiorucci, scomparso il 20 Luglio di quest’anno, nata dall’esigenza di riconoscere e celebrare l’Italia della moda contemporanea e i suoi protagonisti. Marchi e creativi che negli ultimi 20 anni hanno rinnovato e recuperato il DNA culturale, tecnico e tecnologico della tradizione, riscrivendolo in un linguaggio del tutto originale.
Il nuovo vocabolario della moda italiana analizza questo linguaggio e la nuova natura della moda italiana attraverso il lavoro dei suoi protagonisti e le loro molteplici espressioni. Dal prêt-à-porter allo streetwear, dalle calzature agli occhiali, dai bijoux ai cappelli: un inedito vocabolario di stile e produttività.

Read More…

Cruciani. La moda che scalda l’inverno

Per la donna dell’Autunno/Inverno2015-2016 la collezione Cruciani trae ispirazione dalla personalità di Jane Birkin, mixando eleganza e sensualità con tocchi urban dalle linee morbide. Silhouettes definite, realizzate con materiali di altissima qualità, per una donna sofisticata e accattivante. Protagonisti delle nuove proposte della maison sono originali ed importanti dettagli: frange, tinte ad effetto Tie & dye, stripes multicolor e colli cocoon, che completano e rivisitano le linee più classiche creando capi dall’appeal moderno e dalle caratteristiche inedite. Tra le novità assolute, il pull Metamorphosis, una mantella realizzata in cashmere e seta che si trasforma in sciarpa, e il cardigan da indossare fronte/retro; proposte innovative per un’idea di knitwear elegante e versatile. Read More…