Linguine al pesto con fagiolini e patate

Il pesto, con il suo profumo intenso, ci trasporta immediatamente davanti al mare, a Genova, nei caruggi dove nel XIX secolo è nata la ricetta.

 

In Liguria viene coltivato moltissimo basilico, e il pesto fatto con questa varietà ha sicuramente un gusto decisamente migliore. La brezza del mare e il terreno rendono questo basilico molto più ricco di oli essenziali rispetto ad altre varietà.

La ricetta che vi propongo è quella “rinforzata” con fagiolini e patate. Se avete tempo vi consiglio di fare il pesto nel mortaio di marmo, come da tradizione, facendo attenzione a lavorare gli ingrendienti in modo rapido per evitare l’ossidazione, del basilico in particolare. Diversamente potete usare il frullatore o il minipimer.

Per il Pesto

70 gr di Basilico Ligure DOP
150 gr di olio EVO di olive Taggiasche
60 gr di Parmigiano Reggiano
30 gr di Pecorio Romano
15 gr di Pinoli
1 pizzico di sale grosso
1 spicchio d’aglio

Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore, meno l’aglio, o nel mortaio fino ad ottenere il vostro pesto. Nel frattempo avrete messo a bollire l’acqua per la pasta. Una volta pronto il pesto aggiungete lo spicchio d’aglio per dargli profumo. Lo toglierete successivamente. Così anche chi non lo digerisce potrà comunque gustare la vostra ricetta

Per le Linguine ( 4 persone)

300 gr di Linguine Garofalo
2 patate medie
50 gr di fagiolini

Mondate e spuntate i fagiolini tagliandoli a metà. Sbucciate le patate e tagliatele a dadini. quando l’acqua bolle salatela e buttate le verdure. Dopo 2 minuti buttate la pasta che cuocerà insieme ad esse.
Tenete da parte un po di acqua di cottura che servirà per stemperare il pesto e far si che la pasta non si “ammappi”
Scolate pasta e verdure in una ciotola dove avrete già stemperato il pesto e mischiate per amalgamare.

Impiattate guarnendo con una foglia di basilico e un giro d’olio.

Brano consigliato: “Genova per noi” Paolo Conte

Festa della mamma. Cari figli vi scrivo.

Lettera di una mamma ai suoi tre figli, con tanto amore.

Ciao ragazzi, voglio scrivervi questa lettera in occasione della Festa della Mamma, per farvi capire quanto vi amo e quanto è stato difficile darvi tutto questo amore. Siete nati perché io ho scelto di farvi venire al mondo, voi non me lo avete chiesto. E decidere di farlo è stato il mio più grande atto d’amore, verso me stessa e verso di voi. Sì ragazzi, dare la vita a qualcuno  è davvero il più grande gesto d’amore che una donna possa compiere, perché la vita è il più incredibile dei miracoli. Non è stato facile però, non basta fare un figlio per compiere il miracolo. Un figlio, se lo sia ama veramente, significa sacrifici, significa mettersi continuamente in discussione, perchè una madre non sa mai cosa è giusto e cosa no. Una madre ci mette tutta se stessa, e quello che funziona con un figlio, spesso è deleterio con un altro.

Read More…

Salon du Chocolat 2017. Milano golosa

Ha inaugurato ieri la seconda edizione milanese di Salon du Chocolat che nasce nel 1994 a Parigi. Ernst Knam, Gualtiero Marchesi, Carlo Cracco, Iginio Massari, Davide Oldani, Davide Comaschi, Andrea Besuschio, sono solo alcuni dei nomi dei protagonisti che animeranno i palchi della manifestazione, con show cooking, presentazioni di libri e incontri con il pubblico.  Read More…

2017. 10 Buoni propositi

Finalmente possiamo dire addio a un anno che, per molti me compresa, è stato davvero pesante e doloroso. Come ogni anno, bello o brutto che sia stato, abbiamo imparato qualcosa. Ho deciso di condividere con voi i miei 10 Buoni propositi per il 2017, magari li trovate giusti anche per voi e potremmo dar vita a un “flashmob” virtuale per attraversare il nuovo anno globalmente carichi  e di buon umore. Read More…

Orticola 2016. Profumo di Milano in fiore

Si aperta ieri, con serata a inviti, la edizione numero 21 di Orticola. Anche quest’anno l’organizzazione accoglie ai Giardini Montanelli più di 160 espositori fra vivaisti, artigiani e ristoratori. Non voglio togliervi la sorpresa raccontandovi la meraviglia di ogni singolo corner espositivo, desidero invitarvi ad andare e lasciarvi rapire dai colori, dai profumi e dalla infinita bellezza dell’insieme. Posso dirvi cosa ha colpito me, oltre alle piante in fiore, le spezie e le erbe aromatiche: Stand n 75 TerrariumArt, muschi, piante vive e miniature in idrocultura capaci di durare fino a due anni dall’acquisto. Sono bellissimi vasi di vetro che al loro interno contengono veri e propri mini paesaggi incantati, scene animate da miniature di persone, case, animali e piantine. Sono qualcosa di assolutamente nuovo e diverso. Lo stand 75 lo trovate subito dopo l’ingresso di Via Palestro. Lasciatevi rapire dalla bellezza di piante e fiori, arredi da giardino, cappelli e tutto quello che rende spettacolare questa manifestazione. Numerosi i punti ristoro, il mio preferito Stecco Natura, ghiaccioli 100% naturali realizzati con polpa di frutta. Buona passeggiata

Info:   Orticola : Giardini Indro Montanelli     Via Palestro Milano dal 6 all’8 Maggio h 9,30-19,30

Ingresso 10€

         TerrariumArt:  Via Adige 6 – 20135 Milano  02 49480063  aperto dal martedì al sabato
        dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14 alle 19,30
       

Brano consigliato durante la lettura: “Secret Garden” Barry White, Quincy Jones,

IMG_6793

I vasi di TerrariumArt

IMG_6808 IMG_6805 IMG_6790